Skip links

La Comunità

La Comunità di Accoglienza “Terre Carricine” nasce come progetto dedicato alla promozione e valorizzazione turistica integrata dei comunidi Altino, Casoli, Gessopalena, Montenerodomo, Pennadomo, Roccascalegna e Torricella Peligna. Essa si propone di potenziare l’offerta turistica, con il conseguente incremento delle presenze, sopperendo elle criticità esistenti.

L’ambito di intervento è finalizzato a :

  • la messa in atto di strategie di promozione e di riqualificazione delle aree attualmente poco valorizzate;
  • una promozione dell’accoglienza volta a giustificare la presenza dei turisti per più giorni nell’area;
  • una gestione coordinata dei servizi turistici;
  • il miglioramento della promozione turistica anche ai fini di un potenziamento del sistema di ospitalità;
  • un aumento dell’occupazione territoriale;
  • creazione di un sito internet promozionale condiviso.

Il Progetto “Terre Carricine” è una collaborazione tra sette paesi che ha l’intento di promuovere e completare l’offerta turistica territoriale esistente attraverso la creazione di pacchetti turistici intercomunali, la formazione di soggetti che operano nel settore turistico e la creazione di un sito internet condiviso finalizzato alla promozione patrimonio territoriale, culturale e naturalistico.

Scopo del progetto della Comunità d’accoglienza in parola, oltre alla promozione e alla valorizzazione turistica coordinata, è quello di favorire il “turismo lento”, cui i territori dell’area si prestano, interessando quali destinatari giovani e adulti appassionati di percorsi naturalistici di notevole bellezza paesaggistica e da famiglie in cerca di una o più giornate da trascorrere in località tranquille e riposanti, sfruttando le strutture ricettive locali.

Il territorio in questione offre diversi percorsi da effettuare a piedi, in bici o a cavallo e quindi si presta già da sé a questo tipo di turismo, ma occorre un investimento sulla promozione turistica per individuare un marchio facilmente riconoscibile e accattivante che identifichi tutte le realtà coinvolte, usato poi per la produzione di materiale informativo.

Si chiederanno delle consulenze da parte di esperti di marketing per far conoscere le bellezze naturalistiche, architettoniche, artistiche, culturali e gastronomiche e si organizzeranno attività di “educational” con i tour operator affinché tutto il territorio diventi una meta di rilievo.